Intervista con Stefano Manservisi, DG Home Affairs, European Commission

In uno scenario globale in cui la mobilità delle persone e lo scambio delle informazioni è in continuo e progressivo aumento, emerge sempre di più per le Nazioni, la necessità di controllare i flussi turistici e migratori. Stefano Manservisi, DG Home Affairs della Commissione Europea, parla all’Osservatorio QUID del progetto dei visti biometrici secondo il quale tutti i consolati potranno essere presto messi in condizione di applicare un visto su un microchip rendendo così possibile una migliore identificazione del soggetto e dei suoi spostamenti.