Controllo automatico dei bagagli a mano
all’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna



L’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna ha implementato un sistema automatico per la verifica della volumetria e del peso dei bagagli a mano, che ha consentito di snellire le code e .di rendere più efficienti le fasi di verifica.

Scarica il pdf del Case Study

L’aumento esponenziale del traffico aereo legato alle compagnie low cost ha creato, nella gestione delle eccedenze dei bagagli a mano, un focus molto importante nel modello di business delle stesse. Da qui l’esigenza di strumenti che consentano di gestire in modo non empirico e soprattutto veloce e automatizzato, la fase di verifica del peso e delle misure, consentendo, tramite l’interfacciamento al sistema informativo aeroportuale, di applicare politiche di controllo personalizzate sulle esigenze delle singole compagnie.

La soluzione
La collaborazione tra Datalogic e Logital, assieme all’esperienza sul campo messa a disposizione da SAB – Aeroporti di Bologna, hanno portato alla creazione di una nuova macchina automatica per il controllo volumetrico e di peso dei bagagli a mano: Logiscan. L’apparecchiatura è concepita per permettere un controllo/validazione unattended dei bagagli a mano all’interno delle aree di imbarco degli aeroporti. Logiscan esegue in modo automatico la pesatura e la misura dell’ingombro dei bagagli a mano, autorizzando o meno il passeggero all’imbarco a bordo degli stessi e gestendo, quando previsto, la possibilità di pagare il surplus dovuto a sovrappeso o sovradimensione.

Logiscan è un sistema che opera online con i sistemi informativi degli aeroporti, scambiando dati in relazione ai voli e ai bagagli a mano previsti dalle diverse compagnie aeree, ed è in grado di pilotare eventuali varchi automatici associati per l’autorizzazione all’accesso alle aree successive. Esteticamente riprende l’ergonomia delle macchine radiogene, con un nastro di ingresso per inserire il bagaglio, un tunnel chiuso all’interno del quale vengono eseguite le misure, e un nastro di uscita sul quale vengono convogliati i bagagli una volta testati.

Sul fronte dell’apparecchiatura è posto un monitor touch screen di interfaccia per l’utente e una bocchetta con un lettore di codici a barre per l’identificazione della carta di imbarco. Il monitor, oltre a guidare l’utente nelle varie fasi della procedura (“avvicinare la carta di imbarco al lettore”, “appoggiare il bagaglio sul rullo”, ecc.), è in grado di fornire una vera guida multimediale che, attraverso filmati appositamente realizzati, mostra all’utente l’utilizzo di Logiscan.

L’apparecchiatura è interamente carenata per ottemperare ai necessari criteri di sicurezza sia di tipo meccanico sia elettrico, ed è dotata di ruote retraibili per il suo spostamento/posizionamento. L’altezza dell’apparecchiatura (regolabile) è conforme a quella delle altre apparecchiature di mercato presenti negli aeroporti, al fine di consentire una agevole collocazione in linea ove richiesto.

I risultati
Il riconoscimento del passeggero viene fatto mediante la lettura del codice a barre della carta di imbarco tramite lettore Datalogic Magellan 3200VSi. Il lettore permette di leggere e decodificare indifferentemente codici mono e bidimensionali. Tutti i dati relativi alle carte di imbarco abilitate sono scaricati o controllati online dagli archivi dell’Aeroporto o delle compagnie aeree.

Il controllo del peso e delle dimensioni del bagaglio viene effettuato mediante un unico nastro trasportatore dotato di celle di carico (rilevazione del peso), mentre la rilevazione delle dimensioni viene fatta attraverso un ponte di misura dotato di due coppie di barre a fotocellule Datalogic AREAscan DS2.

Il ciclo macchina è cadenzato tramite fotocellule Datalogic serie tubolare S50.

Conclusioni
I vantaggi del sistema Logiscan sono molteplici:

  • Controllo totale del bagaglio a mano (a oggi non presidiato direttamente: si pensi a tutti coloro che non passano dal banco check in perchè già in possesso della carta d’imbarco)
  • Ritorno economico (pagamento eccedenza)
  • Riduzione dei tempi stimati di attesa per i passeggeri che risultano in regola
  • Possibilità di gestire politiche diverse per compagnie diverse

In particolare:

  • Tempo stimato transito passeggero in regola dalle nuove macchine = 5 sec
  • Numero stimato passeggeri non in regola = 2%.

Questi ultimi, pur avendo un tempo di transito maggiore, grazie alle macchine in parallelo non genereranno ritardi nel flusso generale dei passeggeri.