Il prodotto italiano riparte dal “Made in”

All’indomani del Sì dell’Unione Europea alla certificazione obbligatoria dell’origine dei prodotti, Wise Media ha organizzato l’Incontro Informale del Percorso QUID sul tema “Tutela e valorizzazione del prodotto” presso FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana). Sono intervenuti attori del settore ospedaliero, musicale, farmaceutico, manifatturiero e servizi.

Lo scorso 16 aprile si è compiuto un passo fondamentale per il rilancio del settore manifatturiero italiano. Il Parlamento Europeo ha infatti approvato a larghissima maggioranza la regolamentazione sull’obbligo di etichettatura di tutti i prodotti destinati al consumatore ai fini certificarne l’origine. L’approvazione in prima lettura è un obiettivo raggiunto a valle di un’ardua concertazione tra i decisori, che ha visto i Paesi del Nord europeo (quali Germania, Olanda e realtà scandinave) opporre una strenua resistenza a questo importante accordo. Il “Made in” offre infatti quella trasparenza nell’ambito delle filiere spesso osteggiata dai Paesi “assemblatori” che non possono particolarmente fare leva sulla tracciabilità dei componenti e sulla notorietà della loro provenienza ai fini della competitività. L’Italia, ovviamente schierata tra i promotori del certificato d’origine dei prodotti, festeggia un risultato intermedio e si spenderà per il raggiungimento del traguardo.

La community QUID ha potuto affrontare ieri il tema delle attuali sfide inerenti alla tracciabilità dei prodotti e alla trasparenza delle filiere in occasione dell’Incontro Informale del Percorso QUID tenutosi presso la Federazione Industria Musicale Italiana. Oltre a commentare il Sì dell’Unione Europea – che ci auguriamo diventi approvazione definitiva ed esecutiva a breve – i partecipanti hanno approfondito la questione di come dalla rivoluzione del digitale siano emersi nuovi problemi affrontati tuttavia con successo crescente da industrie altamente impattate da fenomeni quali pirateria, contraffazione e commercio illegale.

Per ulteriori informazioni sul Percorso QUID pregasi contattare Marco Turolla, Project Director QUID.

Ci è cosa gradita darvi questa notizia, nel porgervi i nostri migliori auguri per una Serena Pasqua 2014!