Home Page
A chi si rivolge
Edizioni Passate
Photo Gallery
Esposizione  
 
Conferenze  
 
Sponsor  
 
Media Partner  
 
Board  
 
Press  
 
Percorso QUID  
 
Osservatorio QUID  
 
   
 

I Sistemi di Identificazione Automatica
Tecnologie ed Operatori

White Paper a cura di Sirmi SpA e di Wise Media SpA


I sistemi di Identificazione Automatica

Il settore dei sistemi di Identificazione Automatica, definito anche AIDC (Automatic Identification and Data Capture), sta vivendo un periodo di estrema dinamicità in termini di presenza sul mercato, ma è anche maturo per affrontare l’incredibile crescita di richieste di applicazioni e soluzioni atte ad assicurare, velocizzare ed automatizzare l’identificazione di beni e persone, così come la raccolta e l’elaborazione delle informazioni sui soggetti identificati:
 le tecnologie di identificazione trovano un importante impiego nei documenti di identificazione elettronica, come la carta d’identità elettronica, il passaporto elettronico e la carta regionale / nazionale dei servizi (CNS);
 il GS1 DataBar, la cui introduzione è prevista nel 2010, permette di “tracciare” un’intera filiera produttiva e di aprire le porte ad attività mirate di controllo dei flussi logistici e di category management;
 l’esigenza di recuperare efficienza e, allo stesso tempo, di gestire la complessità derivante dalla crescente eterogeneità delle categorie merceologiche hanno spinto il management della Grande Distribuzione verso tecnologie quali l’RFID ed il voice-picking;
 l’utilizzo della tecnologia RFID permette la gestione della tracciabilità degli Asset (asset tracking): è possibile localizzare un Asset in movimento (auto, moto, camion, pullman, animali, persone o oggetti viaggianti a bordo di veicoli, ecc.);
 il rapido sviluppo di tecnologie contacless, quali RFID ed NFC, sta aprendo scenari dove la moneta elettronica diventa una reale alternativa al contante;
 la mobilità, pubblica e privata, locale e non, trae beneficio dall’impiego di Intelligent Transport Systems (ITS), che raccolgono, elaborano, gestiscono e trasmettono informazioni su veicoli, infrastrutture ed utenti integrandoli tra loro in modo “intelligente”;
 acquistare biglietti dell’autobus, del treno o del parcheggio, sfruttando la tecnologia NFC, sarà una realtà per moltissimi utenti;
 le nuove tecniche di sicurezza per il controllo del territorio vedono nella biometria e nella video-sorveglianza un nuovo strumento dalle enormi potenzialità;
 il tema della sicurezza sanitaria rende ancor più critico che in passato l’impiego della tecnologia per l’identificazione degli animali: rispetto agli altri metodi di identificazione (marchiatura sull'orecchio, tatuaggio, passaporto cartaceo), con l'applicazione dei tag RFID tutte le informazioni necessarie sono residenti anche sui capi di bestiame e, grazie all'emissione di onde elettromagnetiche a bassa frequenza del tutto innocue, risultano accessibili ovunque si trovino gli animali;
 grazie ai sistemi di anticontraffazione basati sulla tecnologia di identificazione automatica si pone un freno all’industria del falso che sempre più sta prendendo piede nel nostro paese, creando ingenti perdite di denaro e di credibilità per le aziende.

Le tecnologie di Identificazione Automatica sono suddivisibili in due ampie categorie:
 Tecnologie per il trasporto dati (data carrier): sono finalizzate alla raccolta, memorizzazione e trasporto di dati (prevalentemente codificati) su opportuni supporti; appartengono a questa categoria i metodi ottici (principalmente i codici a barre e gli OCR), i metodi basati sulla memorizzazione magnetica (banda magnetica) e quelli basati sulla memorizzazione elettronica (RFID-tag, smart card, chip, smart label, ecc.).
 Tecnologie per il riconoscimento di aspetti (feature extraction), che si articolano in tre sottogruppi a seconda che il tipo di aspetto considerato si riferisca a caratteristiche statiche (impronte digitali, geometria del viso, retina o iride), dinamiche (voce, digitazione, andatura e firma dinamica) o a proprietà chimico-fisiche. Mentre le tecnologie feature extraction sono indirizzate prevalentemente all’identificazione di persone, le data carriers sono indirizzate principalmente all’identificazione di oggetti; ad esempio la carta d’identità elettronica sfrutta tecnologie data carrier, mentre il riconoscimento 3D viene impiegato nell’automazione di fabbrica.

L’evoluzione tecnologica dei sistemi di identificazione automatica è in una fase di crescita significativa, sopratutto in termini di versatilità e affidabilità, lasciando intravedere una graduale apertura verso campi di applicazione sempre più numerosi, che un tempo richiedevano necessariamente la discrezionalità dell’operatore umano.

[scarica il pdf per leggere il resto del White Paper]

 
   


QUID: 1° Salone italiano
delle soluzioni di identificazione automatica per l'innovazione dei processi e dei servizi

17-18 NOVEMBRE 2010
CENTRO CONGRESSI
MILANOFIORI - MILANO

 
 
© Wise Media S.p.A. 2010
Organizzato da: